sabato 22 giugno 2013

bagno purificatore e cavalleria

“Non va sottovalutato il fatto che il bagno purificatore rappresenta un elemento ricorrente nel rituale iniziatico cavalleresco. Risale a tempi remoti, infatti, la «cerimonia del bagno», per la quale l’aspirante cavaliere, prima di essere condotto nella cappella in cui trascorrere la vigilia di preghiera, doveva essere immerso in una vasca, lavato e quindi rasato.
La cerimonia era delle più complesse, poiché il neofita, dopo il bagno, doveva addormentarsi, per essere svegliato subito dopo dagli officianti e rivestito di una tunica verde rituale per la veglia. Quindi, al mattino, ricondotto nuovamente a letto, poi ancora svegliato e rivestito di una tunica rossa, quando il re l’avesse ritenuto opportuno, per l’iniziazione vera e propria.
L’uso era abbastanza corrente, se si considera che nel linguaggio della cavalleria ricorre con una certa frequenza il termine di «cavaliere bagnato» per indicare il cavaliere di nuova investitura, appena reduce da un rito che con ogni probabilità comportava la purificazione del bagno.”

Estratto da: Cuomo Franco, "La Cavalleria.” Mondi Velati Editore srl 2013

Post in evidenza

Welcome http://micheleleone.it/

Ciao a tutti, oggi voglio segnalarvi la nascita del mio sito: http://micheleleone.it/ Spero di ritrovarvi numerosi su questa nuova piat...