venerdì 24 ottobre 2014

Recensione. Antonio Trampus, La massoneria nell’età moderna, editori Laterza, Bari 2001.


Il libro del professor Trampus ha per certo un vantaggio: è un libro di storia. Un libro non scritto ne a favore ne contro la massoneria ma, che parla della Massoneria ad esempio come fenomeno di sociabilità nel settecento. E’ un libro attento alle vicende storiche nel loro dipanarsi a partire dalla nascita della così detta Massoneria moderna nel 1717. E’ un volume agile che può essere utile sia allo storico quanto e forse soprattutto al massone. Probabilmente questo agile volume non svelerà nessun segreto, nessun complotto ma, aiuta ad entrare nei meccanismi che hanno fatto la fortuna della massoneria londinese. Meno di centocinquanta pagine bibliografia compresa per avvicinarsi ed iniziare ad approfondire un mondo complesso e la cui storia ha molteplici rivoli.

Cit da pg. 27: “Ad ogni modo la diffusione della formula massonica, soprattutto nel momento in cui cominciò ad affermarsi in modo egemonico, non risultò affatto indolore: sin dall’inizio venne accompagnata da diffidenza, da paure e da ostilità, che alcuni studiosi non esitano a spiegare in relazione agli ideali potenzialmente sovversivi di cui le logge si facevano portatrici: il repubblicanesimo, la tolleranza religiosa, l’ideologia del merito.”.

Lo consiglio

Gioia – Salute - Prosperità

© Michele Leone

Post in evidenza

Welcome http://micheleleone.it/

Ciao a tutti, oggi voglio segnalarvi la nascita del mio sito: http://micheleleone.it/ Spero di ritrovarvi numerosi su questa nuova piat...